Ciclamino, Come Sceglierlo e Come Curarlo

Focus

Tra i protagonisti di questo periodo abbiamo il Ciclamino, il fiore perfetto per rallegrare i balconi e i giardini di queste giornate autunnali

Appartiene alla famiglie delle primulacee e quello che troviamo in commercio è una varietà floreale selezionata negli anni per garantire fiori giganteschi e multicolor.

In commercio è possibile trovare piante di tutte le dimensioni, c’è la pianta normale che rientra in vasi di 13/18 cm, la versione mini che è possibile crescere in vasi di soli 5 cm e tutte le dimensioni intermedie.

Quale scegliere

Quando si deve acquistare un ciclamino bisogna stare molto attenti. Meglio scegliere una pianta ricca di bocci ma con pochi fiori già aperti. È molto importante controllare che i colori siano integri, senza macchie o ingiallimenti sui petali o sulle foglie. Bisogna anche controllare la pagina inferiore della foglia, deve apparire liscia e pulita, non farinosa o con muffe.

Questi accorgimenti sono necessari per evitare di acquistare una pianta destinata alla morte nel giro di poche settimane.

Esposizione

Il Ciclamino odia gli ambienti di casa NON essendo una pianta da appartamento. Va posto all’esterno riparato dal gelo in pieno inverno e dai raggi del sole fino a novembre. Se la temperatura dovesse scendere di poco sotto lo zero possiamo coprirli con un telo di tessuto non tessuto

Niente Rinvaso

Dopo l’acquisto è sconsigliato il rinvaso, meglio aspettare il mese di agosto.

Quando verrà il momento del rinvaso è preferibile un vaso in terracotta, anche poco profondo, da riempire di terriccio universale e una manciata di sabbia e un buon drenaggio sul fondo. Il sottovaso è obbligatorio da settembre a marzo da svuotare se l’acqua dovesse ristagnare.

Acqua nel sottovaso

Dato che il tubero marcisce facilmente è meglio evitare di innaffiare direttamente il terreno. L’acqua va inserita nel sottovaso una volta che il terreno si è quasi del tutto asciugato. È importante svuotare il sottovaso con l’acqua in eccesso dopo una ventina di minuti che abbiamo inserito l’acqua. Nell’incertezza vale la regola aurea di non lasciare mai asciugare completamente il terreno ma al tempo stesso non inzupparlo mai.

Concime

La concimazione va effettuata ogni 2 settimane con un fertilizzante liquido per piante da fiore. La procedura va continuata fino all’arrivo della primavera.

Nemici

Non è una pianta con molti nemici ma quei pochi sono letali. Motivo per cui abbiamo iniziato l’articolo parlando dell’importanza di scegliere la pianta giusta. I nemici principali sono i funghi che possono attaccare sia la parte aerea della pianta che quella ipogea (tubero e radici) e portano inevitabilmente alla morte della pianta.